giovedì, 25 maggio 2017
Inaugurazione dell’ambiente digitale “Sogna, progetta, realizza il tuo futuro”: noi alunni insegniamo il digitale

Proprio così, alcuni di noi, alunni della Scuola Secondaria di I Grado di Angeli di Rosora, hanno provato a spiegare ai nostri compagni e agli adulti presenti come si può lavorare con i dispositivi digitali e quali applicazioni possono essere funzionali al fare scuola e all’imparare.

Il giorno 18 maggio 2017, ha avuto luogo l’inaugurazione del nuovo ambiente digitale del plesso, alla presenza della Dirigente Scolastica Prof.ssa Stefania Sbriscia, dei rappresentanti dell’Associazione Diletta Onlus, la Sig.ra Orietta Duca e il Sig. Fernando Borgani, del Sindaco del Comune di Rosora Sig. Lamberto Marchetti, di una rappresentante dei genitori Sig.ra Elisabetta Gramaccioni, dei docenti Prof. Antonio Orfei, Prof.ssa Orietta Vincenzetti, Prof.ssa Serena Cittadini e Prof.ssa Elisabetta Maiolatesi e di una rappresentanza di alunni di tutte le classi.

È stato qualcosa di più di un taglio del nastro, si è trattato di mostrare il potenziale di un ambiente di studio, più volte desiderio espresso da alunni e docenti, reso possibile grazie all’unione di idee, intenti e persone: in particolare, il progetto presentato al MIUR “4C: Connessi, Consapevoli, Competenti, Cooperativi”, l’impegno di Diletta Onlus per la scuola e la collaborazione puntuale del Comune di Rosora.

È un’ aula diversa da tutte le altre, caratterizzata da:

  • un grande spazio,
  • dei colori alle pareti, che rendono l’ambiente piacevole,
  • un grande schermo, sul quale possiamo agire direttamente con le nostre mani,
  • banchi modulabili,
  • una parete che ci ricorda le otto competenze chiave per il nostro futuro,
  • uno sguardo rivolto alla natura,
  • un divano confortevole da utilizzare quando non siamo connessi, donatoci da un cittadino di Rosora,
  • un videoproiettore, stampanti, tablet… infine ci siamo noi e i nostri docenti.

Lo spazio può essere migliorato, infatti abbiamo pensato assieme ai nostri professori di aggiungere una libreria con a fianco un angolo per la scrittura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Così abbiamo iniziato l’esplorazione del mondo digitale con parole, acronimi…

Google Suite For Education ovvero sinonimo di lavoro con strumenti diversi (fogli per la videoscrittura e il calcolo, software per la creazione di siti e di presentazioni, sistemi cloud, classroom), condivisibili e aggiornabili in tempo reale grazie agli account personali di tutti gli alunni e docenti. Tale modalità di lavoro permette l’elaborazione e la consultazione di materiali didattici in modalità online anche in un tempo che va oltre l’orario delle lezioni e di attuare la flipped classroom.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno strumento molto utile per acquisire informazioni o accedere a siti o a repository è il QRcode: non serve più digitare, basta fotografare per ripassare una lezione svolta in classe, approfondire gli argomenti trattati, svolgere una verifica.

Esterno all’ambiente Google è Socrative, un sistema in cui gli studenti utilizzano dispositivi propri provvisti di browser per impegnarsi in attività di valutazione create dai propri insegnanti. Le valutazioni possono essere formative o sommative e consentire all’insegnante di valutare alcuni aspetti dell’apprendimento in tempo reale e attraverso quesiti a scelta multipla, vero / falso e a breve risposta aperta, permettendo un diverso ordine delle domande per ogni allievo.

A questo punto, tablet alla mano,  alunni e adulti presenti si sono messi alla prova rispondendo ad alcuni quesiti di cultura generale e il risultato è stato immediatamente calcolato dal software e visibile a tutti in tempo reale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo posto qualche domanda ai nostri compagni delle classi seconde sull’utilità delle nuove tecnologie a scuola, sulla differenza tra lezione tradizionale e lezione digitale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da qualche anno, per noi studenti è diventato necessario capire come ragiona una macchina, comprendere perchè svolge alcune operazioni e con quale linguaggio agisce. Piattaforme online come https://code.org/ o applicazioni come Scratch permettono a noi alunni di esercitarci su più livelli di difficoltà per avvicinarsi all’informatica e capire come poter programmare una serie di operazioni e così far agire un computer. Grazie a questa possibilità offerta dal MIUR, alcuni alunni della classe II C, su indicazione della loro docente di matematica, hanno completato il proprio percorso su code.org, ottenendo il Certificate of Completion, e ci hanno dato una dimostrazione dell’utilizzo di Scratch. Ora le due classi seconde stanno applicando quanto appreso per sviluppare il progetto “Dal coding alla saggezza digitale” in collaborazione con Loccioni Group.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terminato il nostro intervento, il Sig. Borgani ci ha voluto ricordare, attraverso le parole di Socrate, che solo colui che sa di non sapere è spinto dalla curiosità a studiare e a migliorare; un altro monito, caro ai latini, importante tanto per i giovani quanto per gli adulti è stato “per aspera ad astra”.

Non è forse il desiderio di riuscire che ci vede impegnati in percorsi impervi e, quando arrivano i risultati, la soddisfazione e la gioia sono maggiori?

Così vogliamo sottolineare l’impegno assunto da noi ragazzi per l’occasione; malgrado la tensione da noi avvertita, ci auguriamo di essere riusciti a far conoscere alcune delle opportunità offerte dalle applicazioni presenti in rete, applicazioni che ci dovrebbero aiutare a gestire alcuni momenti della nostra vita e non a condizionarla!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dolciotti Giovanni, Dolmetta Stefano, Marasca Luca, Pandolfi Matteo, Paolucci Enea      Classe III D

Prof.ssa Orietta Vincenzetti